6 marzo 2018

Global Broadband From Low-Earth Orbit Satellites. L'Italia dov'è?

Internet non è disponibile o meglio è inaccessibile per circa il 50% della popolazione mondiale, scrive Larry Press (ex IBM), professore di sistemi informatici presso la California State University

Sempre lui riferisce esplicitamente di nuovi sforzi da parte di grossi gruppi industriali per portare internet ad alta velocità e a basso costo in tutto il mondo.Effettivamente SpaceX, Boeing, OneWeb, Telesat e Leosat stanno investendo in progetti di grandi dimensioni per fornire servizi Internet globali ad alta velocità utilizzando satelliti Global Broadband From Low-Earth Orbit
Questa potrebbe realmente essere una significativa possibilità per le nazioni in via di sviluppo, per le aree rurali delle nazioni sviluppate, per i collegamenti a lungo raggio, per l'Internet delle cose e altro ancora entro la metà dell'anno 2020.
Non dimentichiamo
che tale tecnologia potrebbe persino essere utilizzata per portare l'accesso a Internet ad alta velocità alle navi in ​​mare.
Fornire banda larga al mondo intero e soprattutto ai luoghi oggi irraggiungibili impiegando una selva di snellissimi satelliti che orbitano rasenti all’atmosfera (dagli 80 ai 2.000 km) è davvero presa in seria considerazione da grossi gruppi industriali del settore.

Al Belpaese e ai lungimiranti politici del Belpaese, distanti anni luce dalle possibilità di tale business, interessa ben altro. Complimenti!

Intanto è la Francia che si sta beccando fior di contratti da Airbus SE, da One Web, da Qualcomm Inc., da Virgin Group, da Intelsat SA e dal mostro giapponese SoftBank Group Corp

Qualcuno sostiene che tutti questi sarebbero posti di lavoro (e che lavoro!).
Ovviamente ai nostri politici non interessa poi molto, tanto che i nostri cervelli stanno come sempre pensando di emigrare per avere una chance in questa interessantissima avventura.

channelsmondo



Nessun commento:

Posta un commento

R.I.P.

Abitava nel nostro stesso piccolo paese di provincia, aveva qualche anno più dei miei genitori. Era un cugino di mia madre. Io lo vedevo sem...