15 marzo 2018

Smettere di essere social

Smettere di essere social è facile. La parte difficile è gestire ciò che viene dopo questo passaggio definito estremo. Solitamente non c'è un evento epocale che porta a rinunciare a siti come Twitter e Facebook. 
A volte si ha la semplice sensazione di aver bisogno di una pausa dai social media. Spesso si rimuovono le cose dalla vita in episodi drammatici. A volte si decide di cambiare a causa di delusioni, dispiaceri oppure semplicemente per cambiare.
Le persone cambiano.  
Cambiano se deluse, cambiano se ferite.  
Cambiano in meglio, in peggio, ma cambiano sempre.
A volte cambiano semplicemente per ricominciare, per avere un’ altra occasione. 

Per poter dire, senza rimpianti, io c'ho provato!
A volte perché non ne possono più. 
Ma cambiano perché è la vita che li cambia.

I social media sono da considerarsi semplicemente una di queste cose. Una cosa per cui cambiare. Certo senza essere istintivi si potrebbe ridimensionare l'utilizzo dei social media o almeno mantenere attivo un singolo social network.
Ma non piacciono a nessuno le mezze misure, quindi alla fine si procede d'impulso eliminando tutti gli account social con il proprio nome.
E da questo punto in poi ti accorgi che eliminare tutti gli account social che hai non è un'operazione così semplice. Perché? 
Perchè non puoi semplicemente andare alle impostazioni del tuo account, fare clic su elimina tutto e guardare i tuoi profili sparire in una frazione di secondo. No, purtroppo non è cosi, internet è molto bravo nel ricordare le cose, le tue cose. 
Perchè la tua vita digitale ha una storia, una storia se vuoi chiudere ti richiede spiegazioni. 
Devo dare spiegazioni? Ma a chi?
Sicuramente non ai social stessi.

Quando si smette di essere social (sia chiaro che a volte occorrerebbe farlo) non sai che poi dovrai dare spiegazione sul motivo per cui si è deciso di non essere più parte di questo mondo.
Occorre prepararsi alle reazioni estreme di amici, parenti e sconosciuti. Per prima cosa c'è la sincera preoccupazione di tutti sul fatto che qualcosa sia andato storto nella mia vita vera (in realtà si tratta della propria vita digitale). Altri pensano che tu sia diventato solo un contrario e credimi, cercano di convincerti o costringerti a tornare online.  
Alcuni sprezzanti risponderanno con sorrisi compiaciuti, come dire ... ma cosa farai ora senza social?
A queste persone devi principalmente rendere conto. E credimi, sarà una dura e logorante battaglia. Ma la vincerai stanne certo.

channelsmondo





Nessun commento:

Posta un commento

Nove volte sette

Jehan Shuman era abituato a trattare con gli uomini che da molti anni dirigevano lo sforzo bellico terrestre. Non era un militare, Shuman...